CONTATTACI
[email protected]SPEDIZIONE GRATUITA SU ORDINI DI 70,00 €

0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Teniamo a precisare che esistono differenze sostanziali tra i risultati che andremo ad ottenere con i due tipi di trattamento:

● il finissaggio a secco ci lascerà un prodotto più sostenuto e più compatto,
● con il finissaggio ad acqua avremo un prodotto più morbido e più luminoso.

CONSIGLI OPERATIVI PER IL TRATTAMENTO A SECCO E FINISSAGGIO DI PRODOTTI IN LINO

Esempio orientativo di trattamento a secco su macchine " Donini D-150 " da kg.25/30 e
circa 400 litri di Percloro Etilene.
● Caricare il Percloro Etilene a temperatura ambiente e far girare le maglie per un periodo di tempo che può variare da 1 minuto a 6 minuti.
● Scaricare il solvente e far girare le maglie senza il bagno di Percloro Etilene per un periodo di tempo che può variare da 5 minuti a 8 minuti, a seconda del tipo di punto maglia e del risultato voluto.
● Alla fine del trattamento centrifugare e asciugare.
● Si consiglia di tenere la temperatura del Percloro Etilene sotto controllo, poiché pochi gradi di variazione della temperatura del solvente influiscono sul risultato finale. Particolare attenzione deve essere posta alla variazione della temperatura ambiente dovuta al cambio delle stagioni; sono infatti sufficienti pochi gradi di variazione per avere un risultato diverso.
● Proseguire il finissaggio con il trattamento ad acqua.

CONSIGLI OPERATIVI PER IL TRATTAMENTO AD ACQUA E FINISSAGGIO DI PRODOTTI IN LINO

Esempio orientativo di trattamento ad acqua su macchine "Lavenda" da kg. 4/5 e circa 125 litri di acqua.
● Si consiglia di fare un prelavaggio con acqua a 30°C circa, utilizzando 3 grammi di sapone neutro per ogni litro di acqua, per un periodo di tempo di 2 minuti circa.
● Scaricare il bagno e ripartire con acqua alla temperatura di 30°C aggiungendo 3 grammi di sapone per ogni litro di acqua, trattare per un periodo dai 2 ai 4 minuti a seconda del tipo di colore, di punto maglia e del risultato voluto.
● Alla fine del trattamento sciacquare le maglie in acqua a 30°C.
● Non centrifugare a fondo e asciugare le maglie immediatamente per evitare la
formazione di pieghe.
● Asciugare ad una temperatura di 75°C per 15-20 minuti, poi proseguire per 3-5 minuti fermando il flusso di aria calda. Consigliamo di togliere le maglie leggermente umide dall’asciugante per evitare la formazione di pieghe difficili da eliminare con lo stiro.

Ricordiamo che queste istruzioni rappresentano solo un’ indicazione.
Se l’operazione viene fatta su una macchina di altro tipo, dovete considerare la possibilità che vi sia una diversa azione meccanica, pertanto, in questo caso, i nostri suggerimenti potrebbero richiedere delle variazioni.
Consigliamo di eseguire sempre delle prove per poter valutare il risultato di ogni colore nei vari punti maglia.

Dal secondo lavaggio le consiglio di lavare comunque a mano con le stesse modalità del cashmere.

CONSIGLI DI LAVAGGIO AI CONSUMATORI

Il lavaggio di un capo in lino dovrebbe essere affidato ad una lavanderia di fiducia per
essere lavato a secco,  oppure  può essere effettuato anche in acqua sia a mano che a
macchina.

● Mettete l’indumento a bagno in acqua tiepida con un detersivo delicato o con dello shampoo per capelli (usatene veramente poco), aggiungendo in caso di rigature o colori brillanti un po’ di aceto bianco.
● Lasciatelo in ammollo per poco tempo, al massimo dieci, quindici minuti.
● Non strofinatelo e manipolatelo delicatamente.
● Sciacquarlo pazientemente più volte e con tanta acqua, sempre tiepida, fino a che l’acqua sia perfettamente limpida.
● Non strizzatelo ma togliete l’acqua premendo dolcemente.
● Evitate qualsiasi candeggio con il cloro, se occorre sbiancare, qualche goccia di aceto bianco o di acqua ossigenata va benissimo.
● Avvolgete l’indumento in un telo di spugna per eliminare l’eccesso d’acqua.
● Per evitare la formazione di pieghe, spesso irreversibili, non lasciate a lungo l’indumento, umido o bagnato, in posizione non distesa. Stendetelo su un piano
orizzontale avendo cura di evitare l’esposizione diretta al sole.
● Lasciatelo asciugare a temperatura ambiente, mai vicino ad una fonte di calore.
● Il lavaggio a secco è raccomandato specialmente se l’indumento è rigato, tinto a colori vivaci o se l'indumento è macchiato.

La stiratura si deve effettuare con ferro tiepido avendo cura di inumidire in precedenza l’indumento inserendolo fra due panni umidi. Il ferro a vapore può provocare danni, inoltre consigliamo di stirare gli indumenti in lino dal rovescio.